TVBOY Milano 4/4/19

TVBOY torna a Milano: apparsi nella notte tre nuovi murales

A pochi giorni dall’incursione romana, che celebrava l’anniversario di “Amor Populi”, TVBOY torna a colpire a Milano con tre  murales, che toccano temi di grande interesse nazionale e internazionale: “Killing Machine”, “I volta Gabbana” e “May I leave?”.


Si avvicina irrimediabilmente il 12 aprile, termine ultimo per la tanto discussa Brexit, e in assenza di un accordo interno al Paese, il “no deal” diventa un’ipotesi sempre più concreta, che secondo gli oppositori dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, avrà pesanti conseguenze sul piano economico. “May I leave?”, che nella sua didascalia cita i versi della celebre “Should I stay or should I go”, pone l’accento proprio sullo stato di grande confusione in cui versa il Parlamento e l’Inghilterra stessa, mentre ci si appresta ad archiviare, volenti o nolenti, l’esperienza europea.

May I leave – Via Cerami, via Tortona

A poche centinaia di metri dalla leader del Partito Conservatore troviamo la “Killing Machine”. “La legge italiana stabilisce che la difesa è sempre legittima, e di conseguenza anche l’utilizzo delle armi. Ma avere più armi in circolazione porterà ad una sicurezza diffusa?” è il nuovo l’interrogativo che pone TVBOY in merito all’ipotesi, arrivata fino in Parlamento di rendere più facile l’acquisto delle armi.

Killing Machine – Angolo Via Voghera/Via Tortona

Ma l’artista di origini siciliane, che oggi risiede a Barcellona, non perde il suo tono dissacrante, come dimostra l’opera “I volta Gabbana”. Nella Capitale della Moda, il murale affisso riprende in chiave ironica il dietrofront compiuto da Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che si sono scusati con il popolo cinese dopo la pioggia di critiche per lo spot che doveva pubblicizzare un evento kolossal in Cina, ma che al contrario ha causato la cancellazione dei prodotti del brand dalle principali piattaforme di vendita online cinesi, per le pesanti accuse di razzismo e sessismo.

I Volta Gabbana – Via Ventimiglia, incrocio porta Genova

TVBOY Roma 21/3/19

TVBOY ad un anno da “Amor Populi” torna tra i palazzi del potere romano.

ROMA – Ad un anno esatto da “Amor Populi”, l’ormai iconico murale che raffigura il bacio tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini, TVBOY torna a Roma per lanciare una nuova provocazione intitolata “Il Gatto e la Volpe”. Il murale, che arriva dopo la “Guerra dei Social”, richiama la celebre favola di Carlo Collodi. Accade così che nel cuore della Capitale, il Gatto e la Volpe, che hanno le sembianze rispettivamente del ministro Di Maio e del vice premier Salvini, ingannano Pinocchio e lo spingono a candidarsi come Presidente del Paese dei Balocchi. L’opera, affissa a vicolo della Torretta, fa riferimento alle pesanti critiche ricevute dal premier Giuseppe Conte da parte del capogruppo dei Liberaldemocratici, Guy Verhofstadt, che lo scorso 12 febbraio, a Strasburgo, definì il presidente del consiglio italiano un “burattino” nelle mani di Salvini e Di Maio. Ma il Gatto e la Volpe non è l’unica provocazione che lo street artist, definito il Banksy italiano, ha lanciato la scorsa notte tra i palazzi del potere romano. A via dei Pianellari, troviamo “L’arte è per sempre”. Si tratta di un’opera ironica, che fa riferimento alla pronta cancellazione da parte dell’amministrazione comunale guidata da Virginia Raggi, di tutte le opere di Tvboy: da “Amor Populi” fino a “Viva le buche, abbasso i murales”, le espressioni artistiche dello street artist, che oggi risiede a Barcellona, sono state tutte censurate. Il terzo murale, affisso a Vicolo degli Osti, ritrae Papa Francesco che tiene sulle spalle un bambino mentre scrive la frase: “Stop Abuse”. L’opera vuole essere un augurio alla risoluzione di una questione delicata e dolorosa, come quella degli abusi sessuali sui minori da parte di uomini della Chiesa, che per troppo tempo è stato un tabù e che Papa Francesco ha iniziato ad affrontare apertamente all’interno e all’esterno del Vaticano.

NON È L’ ARENA –  LA7

Virginia Raggi intervistata da Massimo Giletti sui murales di Tvboy:  “Ci sono ditte che si occupano di questo” . Ma il suo ritratto come Wonder Woman casualmente è l’unico che rimane….

AGORÀ – RAI3

 Luigi di Maio: “Meglio Gatto che Volpe, comunque è arte e andrà ad arricchire la vostra collezione”

Comunicato 2018

Captura de pantalla 2018-12-10 a las 19.29.07

COMUNICATO STAMPA TVBOY 10-12-2018

Comune di Milano apre all’arte di strada. TVBOY: “Segnale positivo, ma la street art è
per natura illegale”
TVBOY torna a Milano. Dopo la “Guerra dei Social”, il murale dedicato a Matteo Salvini e
Luigi Di Maio, che dopo il bacio romano “Amor populi” sono di spalle, intenti a combattere
una guerra politica a suon di like, lo street artist siciliano è tornato nel capoluogo lombardo
con due nuove opere: “Babbo Natale il turco” e “Officially Unofficial”.
La prima opera, che si trova a Largo delle Culture, ritrae un Babbo Natale arrestato dalle
forze di polizia, perchè sprovvisto di un regolare permesso di soggiorno. «Nessuno si
ricordava più che San Nicola arrivava dalla Turchia», scrive Tvboy su Instagram. Il
richiamo è al vescovo cristiano del IV secolo proveniente da Myra, città della Licia, provincia
dell’Impero bizantino, che si trova nell’attuale Turchia.
La seconda, installata proprio accanto all’ingresso del Mudec, ritrae Bansky di spalle, che con
uno spray aggiunge “Un” accanto alla scritta “Official”. «Quali sono i confini tra ciò che è
legale o illegale, ufficiale o non ufficiale?», è il messaggio lanciato dallo street artist, che
oggi risiede in Spagna, invitando a riflettere su quanto possa diventare ambiguo il confine
tra legale e illegale: da un lato c’è un artista che dipinge illegalmente e dall’altro c’è un
museo, il MUDEC, che organizza una mostra dedicata a Bansky, non autorizzata dal diretto
interessato, e quindi per certi versi illegale.
Entrambe le opere hanno destato l’interesse di residenti e turisti, che hanno condiviso sui
social selfie e video con le nuove opere di TVBOY, ma anche dell’assessore alla Cultura del
Comune di Milano, Filippo Del Corno, che sul suo profilo social esprime apprezzamento per i
murales e lancia un invito: «Le opere di Tvboy in questione non hanno seguito alcun percorso
di condivisione con l'Amministrazione ma costituiscono, di fatto, un contrappunto stimolante
alla mostra del MuDeC: ritengo si possano considerare come installazioni temporanee in
dialettica con l'esposizione allestita fino al prossimo aprile.
Vorrei rivolgere a Tvboy e a Salvatore Benintende l'invito, qualora volessero realizzare
un'opera permanente a Milano, di entrare, analogamente a quanto hanno già fatto molti altri
artisti, in rapporto con la nostra Amministrazione per condividere lo spazio che può essere
dedicato a un loro lavoro; e posso rassicurarli sul fatto che non vi sarà interferenza rispetto al
contenuto dell'opera».
«La street art per essere tale ha bisogno di libertà, ma é bello sapere che finalmente alcune
istituzioni ne riconoscano il valore artistico e si impegnino a tutelarne e preservarne le opere»
– è il commento di TVBOY, che in una recente intervista a La Repubblica aveva sottolineato
come «la street art per sua natura è un’arte di protesta. Per me è importante agire senza
autorizzazione, non sei libero se mandi in giro un messaggio polemico».

Ufficio Stampa Tvboy
Marco Giacalone

Press Releases 12-18

assoitalia milanotoday huffpost lastampa messaggerotv ilgiornale 24ore quotidiano corrierecronaca corrieretv tgcom

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TGCOM24
https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/foto/-babbo-natale-turco-espulso-l-ultima-provocazione-di-tvboy_3093644-2018.shtml

CORRIERE DELLA SERA VIDEO
https://video.corriere.it/milano-comparsi-due-murales-tvboy-al-mudec/53e493e2-fbac-11e8-b5c8-9e33310709fc

IL CORRIERE DELLA SERA FOTO
https://milano.corriere.it/foto-gallery/cronaca/18_dicembre_09/arresto-babbo-natale-omaggio-bansky-graffiti-tvboy-mudec-mostra-zona-tortona-59553f24-fba3-11e8-b5c8-9e33310709fc.shtml?refresh_ce-cp

IL QUOTIDIANO
https://www.quotidiano.net/cronaca/video/milano-comparsi-due-murales-di-tvboy-vicino-al-mudec-1.4336405

IL SOLE 24 ORE
https://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2018-12-10/street-art-milano-apre-tvboy-corno-all-artista-pronti-ad-ospitare-un-opera-permanente–155230.shtml?uuid=AEdhZExG

IL GIORNALE
http://www.ilgiornale.it/news/milano/babbo-natale-espulso-graffito-dellautore-bacio-salvini-maio-1614083.html

IL MESSAGGERO
https://www.ilmessaggero.it/video/cronaca/poliziotto_babbo_natale_tvboy_milano-4161385.html

LA STAMPA
https://www.lastampa.it/2018/12/09/milano/babbo-natale-espulso-in-un-graffito-DnbS05HQSZGuExSYo4lDAN/pagina.html?lgut=1

HUFFINGTON POST
https://www.huffingtonpost.it/2018/12/09/negato-il-permesso-di-soggiorno-a-babbo-natale-a-milano-lultima-provocazione-di-tvboy_a_23613267/?ncid=other_topnaventr_coabgdcpxri&utm_campaign=topnav

MILANO TODAY
http://navigli.milanotoday.it/babbo-natale-street-art-mudec.html

ASSO ITALIA
http://www.assoitalia.eu/2018/12/10/tvboy-babbo-natale-e-turco/

Tvboy Berlin

Primavera Sound Mural Video